26 January, 2020

Sceneggiatura

 CUCINA CASA DI RENZO. INT. - GIORNO             
FLASHBACk la cucina è quella di una casa come tante altre.il pavimento di granito grigio,il tavolo di formìca verdina con le quattro sedie dalla struttura in metallo lucido fatte dello stesso materiale e colore,il frigo bianco come i pensili e le basi che hanno una fascia rossa all’altezza dei tiretti. il ticchettio di un grosso orologio a batterie appeso alla destra della finestra scandisce i secondi.è l’ora di pranzo. tutto perfettamente pulito,tutto perfetto per una famiglia qualunque di una città qualunque. la radio trasmette musica allegra la mamma e la sua bambina cantano in coro. piove fin dal mattino.Renzo è vicino la finestra, con la mano pulisce un angolo del vetro appannato.con il dito indice scrive sul vetro " la pioggia ". RENZO (11) Mamma oggi a scuola la maestra ci ha parlato della Terra e del Sole e dei Pianeti Renzo è un bambino già abbastanza alto per la sua età,è sveglio e molto socievole.i suoi capelli ricci e neri con gli occhi di un azzurro intenso gli donano un bell’aspetto. MARIA (42) I Pianeti? ma fai solo le elementari ...non è un po’ difficile per te? Renzo si avvicina al tavolo sposta un lembo di tovaglia e tira fuori dalla cartella il suo album da disegno ed i colori a matita RENZO no tanto devo solo disegnarli non è difficile... sul grande foglio da disegno inizia a tracciare un bel cerchio grande seguito da un altro più piccolo appena distante RENZO (CONT.) ...mamma il Sole è giallo lo so, ma la Terra di che colore è?
(CONTINUA)
          (SEGUE)                                              20.       
                                                                         
                                                                         
                                                                         
                              MARIA                                      
                                                                         
           mentre cola la pasta scostando il viso dal vapore che  si     
          alza verso il soffitto                                         
                    la Terra è blu come i tuoi begli                     
                    occhi grandi... su tra poco sarà                     
                    pronto, vi ho preparato le                           
                    pennette con le rape che vi                          
                    piacciono tanto...forza metti da                     
                    parte le tue cose e mettiti                          
                    composto                                             
                                                                         
                              BIANCA BAMBINA (14)                        
                    io penso che la Terra sia verde,                     
                    un bel verde brillante anche se                      
                    oggi è tutto grigio con queste                       
                    nuvole...che ne dici mamma?                          
                                                                         
          Bianca è la sorella maggiore di Renzo,è una bimba              
          piuttosto robusta dai folti capelli neri e riccioluti.         
                                                                         
          la sua miopia la costringe a tenere tutto il giorno degli      
          spessi occhiali di osso,come il fratello è già abbastanza      
          alta per la sua età non ha un bell’aspetto.                    
                                                                         
          il tutto certamente partecipa a renderla piuttosto chiusa      
          in sè.è molto restia all’amicizia.la sua timidezza ne          
          limita anche il rendimento a scuola.                           
                                                                         
          ormai le porzioni di pennette alle rape per i due piccoli      
          sono già nei piatti.                                           
                                                                         
                              MARIA                                      
                    sai hai ragione allora la                            
                    coloriamo per metà di blu e per                      
                    metà di verde,sono i colori più                      
                    giusti da dare alla nostra Terra                     
                    e speriamo che rimanga sempre                        
                    così                                                 
                                                                         
                              BIANCA BAMBINA (14)                        
                    ma perché? a chi non piacciono                       
                    dei colori così belli? perché’                       
                    qualcuno vorrebbe cambiarli?                         
                                                                         
                              MARIA                                      
                                                                         
          prende teneramente il viso della sua bambina tra le mani.      
                    io vorrei tanto che voi cresceste                    
                    in un mondo pulito senza ombre,                      
                    senza grigi,noi grandi dovremmo                      
                    fare di tutto affinché  ciò                          
                    accada...                                            
                                                                         
                              BIANCA BAMBINA (14)                        
                    io so che tu ci riuscirai ed                         
                    anche tutte le mamme del mondo ce                    
                              (CONTINUA)                                 
                                                                         
                                                          (CONTINUA)     


          (SEGUE)                                              21.       
                                                                         
                                                                         
                              BIANCA BAMBINA (14) (SEGUE)                
                    la faranno  e la Terra ed i                          
                    Pianeti saranno salvi...vero                         
                    mamma?...Mamma...                     

21 October, 2011

Oilproject...leggi...leggi...


01 October, 2011

...G I A M P I...


Non ha l'astuzia né l'azzardo dei furbetti del quartierino. Non gli serve spessore. Gli basta che le cose siano facili, e magari divertenti. Tira a campare. Ed è appunto così che arriva fino a Berlusconi.

Gianpi, col suo codazzo di clientes di destra e sinistra, è esattamente quel che resta della "grande rivoluzione liberale" berlusconiana: perché fare le cose sul serio quando puoi sempre trovare una scorciatoia?

02 January, 2011

Co-Pay Coupons for Patients, but Higher Bills for Insurers - NYTimes.com

Co-Pay Coupons for Patients, but Higher Bills for Insurers - NYTimes.com: "The reason, it turned out, was that patients were using a card distributed by the maker of an expensive antibiotic used to treat acne, sharply reducing their insurance co-payments. With their out-of-pocket costs much lower, consumers had switched from generic alternatives to the more expensive drug."

27 November, 2010

Made in Italy?




Quante aziende italiane hanno delocalizzato la produzione all'estero in nome della globalizzazione e continuano a vendere con il marchio "Made in Italy"? Il "Made in Italy" non è di proprietà delle aziende, ma del nostro Paese. Chi lo usa deve produrre in Italia. Se emigra utilizzi per i vestiti, le auto, i caschi per le moto, le caffettiere, i marchi "Made in China" o "Made in Romania" e vediamo chicomprerà i suoi prodotti. La delocalizzazione ha regalato profitti giganteschi alla Confindustria e la disoccupazione agli italiani. In alcuni casi questo è avvenuto, come per la Romania, attraverso incentivi alle aziende provenienti dai contributi versati dall'Italia alla UE, i famosi "fondi europei". Ci siamo pagati la delocalizzazione con le nostre tasse... Aziende create da generazioni di tecnici, operai, ingegneri, designer italiani non si possono spostare come un pacco postale in un qualunque luogo della Terra perché "costa meno". In posti dove spesso non esistono controlli, garanzie, leggi, norme di tutela ambientale. E' necessaria subito, per bloccare l'emorragia, una legge che tolga il diritto dell'uso del "Made in Italy" alle aziende che non ne hanno diritto. Oltre al danno della disoccupazione non possiamo subire anche la beffa del marchio abusivo.

Sceneggiatura

CUCINA CASA DI RENZO. INT. - GIORNO FLASHBACk ...